';
I LABORATORI

I laboratori sono pensati come momenti di apprendimento legati al territorio e alla cultura delle Cinque Terre, per scoprire attraverso gli occhi di chi ci è nato e vissuto il lato più autentico di questi borghi liguri. Effettuati quasi sempre fuori della scuola, avranno di volta in volta come scenario i paesi, i sentieri, i vigneti, le cantine. E ancora il mare, i monti, il cielo e tutto il paesaggio nella sua incantenvole bellezza, per offrire ai nostri studenti una nuova e coinvolgente occasione di acquisizione linguistica e turismo sostenibile. Alcuni di essi sono introdotti da lezioni magistrali, le quali, essendo tenute da docenti esterni appositamente invitati, rappresentano una preziosa occasione di apertura della scuola verso l’esterno e di ampliamento degli orizzonti didattici, nonché, essendo effettuate in plenaria e aperte al pubblico, un momento di conoscenza e condivisione tra le classi e con la comunità locale.

SCRIVERE CON LA LUCE

Laboratorio di fotografia – Anche la fotografia è un linguaggio, solo che, come mostra l’etimologia della parola, per scrivere si usa la luce. E quella che illumina il paesaggio delle Cinque Terre è senza dubbio una luce speciale. Un fotografo professionista, dopo una breve introduzione teorica, guiderà gli studenti alla ricerca degli scorci più interessanti. Gli scatti migliori verranno esposti in una mostra aperta al pubblico che sarà allestita dagli studenti alla fine del corso.

I SAPORI DELLE CINQUE TERRE

Laboratorio di cucina – La cucina italiana è essenzialmente regionale e quella ligure si distingue per la leggerezza e il profumo di erbe aromatiche. Tra le mura di una tipica casa torre, in una vera cucina riomaggiorese, gli studenti saranno guidati alla preparazione delle antiche ricette delle Cinque Terre, come la torta di riso, i ravioli, il pesto e i muscoli ripieni. La lezione magistrale che introduce il laboratorio, tenuta da un medico specializzato in scienza dell’alimentazione, è dedicata alla dieta mediterranea.

I CANTAUTORI ITALIANI

Laboratorio di musica – Ascoltare canzoni è un modo estremamente piacevole per apprendere una lingua. In questo laboratorio, faremo un appassionante viaggio nella canzone d’autore italiana: scopriremo i brani, esaminandone i testi ed esplorandone il contesto socio-culturale, dei più importanti cantautori, dal genovese De André fino a Guccini, De Gregori e Battisti. Ci farà compagnia la folk band dei Grandi & fanti, che, oltre a eseguire dal vivo alcune delle canzoni, ci farà ascoltare i suoi pezzi in dialetto riomaggiorese.

I SEGRETI DELLO SCIACHETRÀ

Laboratorio di viticoltura – Sin dal Medioevo le Cinque Terre sono famose nel mondo per il paesaggio e per il vino, in particolare lo sciachetrà, il celebre passito liquoroso degustato dai sovrani e cantato dai poeti. Visiteremo i vigneti e la cantina di Terra di Bargón, un’azienda agricola a gestione famigliare che coltiva la vite e produce il vino seguendo ancora i metodi tradizionali osservati per secoli da generazioni di riomaggioresi. La visita guidata si concluderà con una degustazione. Nella lezione magistrale collegata al laboratorio, un esperto di storia locale ci parlerà delle origini della viticoltura nelle Cinque Terre.

IL PAESAGGIO DELL'UOMO

Laboratorio di geografia – Il paesaggio non è dato solo dall’ambiente naturale, ma anche dall’uomo, che con la sua azione trasformatrice ha modificato l’aspetto del territorio. Ciò vale, ad esempio, per il paesaggio agrario ed in particolare per il paesaggio terrazzato delle Cinque Terre, che con i suoi settemila chilometri di muri a secco costituisce un esempio unico al mondo di paesaggio antropico, divenuto proprio per questo motivo parco nazionale e patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO. Nel corso del laboratorio visiteremo i terrazzamenti e assisteremo alla costruzione di un muro a secco.

SUL SENTIERO DELLA PREISTORIA

Trekking culturale – Con una bellissima camminata che ci consentirà di godere di una vista meravigliosa, saliremo sui monti di Riomaggiore, dove seguiremo il sentiero di crinale già percorso dagli antichi Liguri, le cui origini si perdono nella nebbia della preistoria. Un esperto ci guiderà alla scoperta dei luoghi più misteriosi delle Cinque Terre, dove si trovano le pietre pagane usate per i culti naturalistici, come il menhir del Monte Capri, il catino del Monte Grosso e le incisioni del Valico La Croce.

LA LEGGENDA DI MONTENERO

Trekking culturale – Seguiremo l’antica mulattiera di pietra che risale la valle del Rio Maggiore fino a raggiungere il santuario di Montenero e i borghi abbandonati di Limen e Cacinagora. Nel nostro cammino, tra ciclopiche scale e vecchie fontane, ascolteremo il racconto di una leggenda tramandata oralmente per generazioni, secondo la quale Riomaggiore sarebbe stato fondata da profughi greci, fuggiti dalla madrepatria per portare in salvo un’immagine sacra della Madonna, la stessa ancora oggi conservata nel santuario. Nella lezione magistrale collegata al laboratorio, due filologi classici dell’Università di Pisa ci parleranno degli influssi della cultura greca in Italia in un affascinante viaggio a ritroso nel tempo dalla Magna Grecia all’età bizantina.

ALLA SCOPERTA DELLA MARINA

Laboratorio di pesca e falegnameria – Scenderemo alla Marina di Riomaggiore, dove sorgono le case-torri più antiche del borgo, secondo una leggenda collegate con il castello attraverso un passaggio segreto, usato dagli abitanti in caso di attacco da parte dei pirati saraceni. Visiteremo un’antica bottega di falegnameria e impareremo tutti i segreti dei gozzi, le tipiche imbarcazioni in legno della Liguria. Scopriremo anche le particolari reti usate dai pescatori locali. Il laboratorio si concluderà con una gita in barca che ci consentirà di ammirare le Cinque Terre dal mare.

UN CIELO STELLATO MAI VISTO

Laboratorio di astronomia – Tra le tante cose che le Cinque Terre offrono ai loro visitatori, c’è la possibilità di ammirare nelle notti d’estate un meraviglioso cielo stellato, in cui è spesso possibile scorgere anche il bagliore della Via Lattea. Grazie a un’associazione di astrofili osserveremo le stelle al telescopio e impareremo a riconoscere le costellazioni.

CACCIA AL TESORO NEL 1800

Laboratorio di pittura – Una docente di storia dell’arte ci guiderà alla scoperta della corrente pittorica dei Macchiaioli, i quali devono il nome alla scelta di riprodurre la realtà attraverso macchie di colori e in virtù di questo sono considerati gli Impressionisti italiani. Il laboratorio proseguirà poi con un’entusiasmante caccia al tesoro per le vie del paese alla ricerca dei luoghi e degli scorci che Telemaco Signorini ritrasse nei suoi quadri e disegni e descrisse nelle sue pagine. Il grande pittore fiorentino a fine Ottocento trascorse le sue estati a Riomaggiore, innamorandosi profondamente del paese e della sua gente, al punto da dedicare ad essi un libro di memorie.

IL ROMANICO DELLE CINQUE TERRE

Laboratorio di storia dell’arte – Le chiese parrocchiali delle Cinque Terre costituiscono un bellissimo esempio di architettura romanica. Visiteremo quella di Riomaggiore, con i suoi stupendi portali laterali, i cui fregi protoromanici, raffiguranti bestiari medievali, hanno un’origine misteriosa, essendo con tutta probabilità più antichi dello stesso edificio. Avremo accesso a una stanza del campanile per vedere i fregi che ornavano l’originario portale principale, perduto in seguito al rifacimento della facciata.

L'ARCHIVIO DELLA MEMORIA

Laboratorio di etnologia – La memoria collettiva, tramandata oralmente di generazione in generazione, costituisce il fondamento della cultura e dell’identità di ogni società umana e consente all’uomo di dare senso al mondo che lo circonda. Muovendo da questa riflessione, ci recheremo a Manarola per visitare l’Archivio della Memoria, un’antica casa torre in cui Anselmo Crovara ha raccolto migliaia di oggetti della cultura contadina delle Cinque Terre. La visita guidata e le attività didattiche saranno a cura del Collettivo Parisse.

Facebook